Pages - Menu

sabato 1 dicembre 2012

Perché Renzi è pronto per governare l'Italia

"Simpatico, convincente, la pensa
come me, quindi voto quell'altro".
Unfit To Lead Italy


Ma insomma alla fine di tutto un tizio così secondo voi è adatto? Metti che vinca le primarie del partito senza riuscire a distruggerlo - metti che poi vinca le elezioni: a quel punto, secondo voi, Matteo Renzi è pronto per governare l'Italia?

Un tizio che a un certo punto - ma voi riuscite a ricordare quando? - ha deciso che il leader dei giovani rinnovatori del PD era lui, ed evidentemente aveva ragione visto che i giovani rinnovatori gli sono quasi tutti andati dietro - però com'è andata esattamente, chi lo ha deciso che il Primo Rottamatore doveva essere lui e soprattutto, scusate la stucchevole domanda, ma i soldi? I fondi per organizzare tutti quei meeting e le leopolde, tutto quel fittissimo calendario di incontri che di fatto lo ha consegnato ai media come un candidato in pectore alle primarie già un anno prima che si decidesse di farle, le primarie, dove li ha presi?

Uno che se gli fai questa domanda: Matteo Renzi, ma i soldi? lui ti risponde sempre È tutto Online, che sarà anche vero per carità che da qualche parte on line ci sono le fatture e tutto quanto, ma mi fa venire in mente quel tipo di ragazza che le chiedevi il numero ti rispondeva è nell'elenco (sant'iddio quanto son vecchio, mi ricordo quando esisteva l'elenco degli abbonati telecom, quanto si vede che voterò Bersani).

Io poi ogni tanto ci vado on line, ma siccome le fatture mi addormentano vado a vedere altre cose, per esempio la pagina in cui risponde alle accuse di aver preso soldi da Lusi, il maneggione della Margherita. Va da sé che tutti sono innocenti fino a prova contraria, e prove che Renzi abbia preso soldi da Lusi non ce ne sono, però la "verità su: Lusi" contenuta nel sito ufficiale di Matteo Renzi è la seguente.

Il Sindaco, del resto, ha sempre dichiarato di non aver ricevuto un soldo e, riflettendoci, non lo avrebbe certo detto in modo così chiaro, fin dal primo giorno, se non ne fosse stato più che certo. 

Sul serio, c'è scritto così. Ogni tanto vado a controllare se il testo non è cambiato, se non hanno magari trovato uno stagista più professionale, se Gori per caso non ha dato un'occhiata - ma secondo me Gori i siti non li legge. Prendo atto che a tutt'oggi primo dicembre 2012 Renzi dichiara di non aver ricevuto un soldo e la dimostrazione è che lo ha dichiarato chiaramente e subito, non come i bugiardi che ci mettono un po' e tentennano; lui lo ha detto subito, quindi è vero: ma insomma, uno così che non si è ancora capito molto bene dove ha trovato i soldi

è adatto a governare l'Italia?

Un tizio così, che dai e dai una conferenza qui e una leopolda là, alla fine è riuscito ad accreditarsi come candidato in pectore alle primarie - con il piccolo problema che è un tesserato del PD, e a norma di statuto il candidato del PD alle primarie di coalizione poteva essere soltanto il segretario. Certo, un tizio così avrebbe potuto uscire dal PD, ma non lo ha fatto. Però a furia di interviste, e comparsate, e sondaggi (quanti sondaggi! e costano) è riuscito a convincerci tutti che valeva la pena di fare un'eccezione, che sarebbe stato un valore aggiunto. Un tizio così che si è fatto spianare la strada dai sondaggi, e poi si è fatto rifare una norma statutaria a sua misura,

è adatto a governare l'Italia?
Ci sto pensando.

Un tizio così, che all'assemblea nazionale che ha discusso e votato la deroga non c'era (in generale non va spesso alle assemblee dove parlino altri che lui), un tizio così dal giorno dopo ha iniziato a montare un casino sull'Albo degli elettori che, a detta sua, il PD voleva mettere on line con tutti i dati sensibili degli elettori, un'accusa quasi infamante; un tizio così che se cambi le regole per concedergli di candidarsi, lui in cambio ti accusa di violare la privacy dei tuoi elettori, è adatto a governare l'Italia? Non so.

Un tizio così, che ha imbastito la sua campagna sul fatto che il PD potrebbe vincere le elezioni con un largo vantaggio se solo lo guidasse lui: ed è un peccato, anzi una rara ingiustizia che tutte le persone che voterebbero il PD solo se lo guidasse lui non abbiano avuto voglia di andare a votarlo alle primarie domenica scorsa. D'altro canto se glielo chiedi è un problema di code, c'erano code dappertutto siccome bisognava anche firmare, non come le altre volte. Per la verità si doveva firmare anche le altre volte; la novità è stata che i volontari del PD hanno cercato di tenere aperti gli uffici per ricevere le iscrizioni anche qualche giorno prima - nel frattempo lui faceva scrivere ai suoi influencer che iscriversi sarebbe stato faticoso, che le code avrebbero preso come minimo 15 minuti, che ne valeva la pena ma era anche una palla, diciamolo. Un tizio così, un comunicatore tanto astuto, è pronto per Palazzo Chigi?

Io un'idea sto cominciando a farmela.

Un tizio così - che poi, chi l'ha detto che alle elezioni davvero varrebbe cinque, dieci punti in più di Bersani? I sondaggi. E i sondaggi, perdonate, chi li paga? No, scusate, son vecchio, mi ricordo di Pilo, qui dentro nessuno si ricorda di Pilo, era un tale che per far vincere le elezioni al suo datore di lavoro (uno che non si era mai candidato prima) si inventava sondaggi favorevolissimi e la gente diceva: però, questo è forte, questo vale già il 20%, e poi è uno nuovo, quasi quasi lo voto anch'io - e andò a finire che la profezia si autoavverò... ma erano i primi anni '90, eravamo tutti molto ingenui, non c'era mica Internet a diffondere nozioni e competenze. Un tizio così, che ieri per esempio butta lì un sondaggio che dice che se uscisse dal PD - naturalmente non lo farebbe mai, eh, però se lo facesse, se dopo aver fatto cambiare le regole per candidarsi perdesse e fuoriuscisse dal partito - prenderebbe tra il 12 e il 25 per cento, in pratica rischierebbe di diventare lui, Matteo Renzi, il primo partito in Italia; non so se mi spiego, c'è da ringraziarlo per la sua abnegazione, lui potrebbe vincere da solo e invece ha deciso di aiutare noi poveri rottami del pd, ma non siamo dei veri ingrati a respingere il suo spam? Un tizio così...

(...anche se a dire il vero non tutti i sondaggi dicono la stessa cosa, per esempio ce n'era uno ieri SWG che diceva che Renzi, da solo, varrebbe tra il quattro o il cinque, comunque parecchio, ma non necessariamente abbastanza per superare la soglia di sbarramento e mandare almeno un deputato alla Camera. Ed è anche curioso il fatto che sondaggi diversi dicano cose tanto diverse, viene da pensare che alcuni sondaggi magari siano stati un po', come dire, piegati ad esigenze di propaganda, oddio che parola antica, da bersaniano veramente). Comunque, dicevo, un tizio così...

è la persona giusta per governare l'Italia nei prossimi anni?
Credo di saperlo.

Un tizio così, che perde il primo turno ma s'impunta, per un giorno intero dice di avere informazioni diverse -da chi? ha una struttura parallela che scrutina a distanza e più rapidamente? o anche lì, si fida di sondaggi che però, guarda un po', si inventano un milione di elettori in più? Un tizio così, che ancora per un giorno insiste sul fatto che a lui risulta un 4% di elettori in più, parliamo di migliaia di voti in più, insomma sono brogli, e piuttosto gravi: sta accusando i dirigenti e i militanti del suo partito di truffare, è un'accusa pesante e se ne potrebbe prendere la responsabilità, magari facendo un gesto eclatante, magari fuoruscendo dal suo partito, visto che comunque un 15-20 per cento lo fa da solo... invece resta e ricomincia a leggere le regole delle primarie a modo suo. Un tizio così, è il tizio giusto per noi? Eh, mi sa che è abbastanza chiaro.

Un tizio così, che a quattro giorni dalle elezioni si mette a comprare inserzioni assai costose, e quando gli chiedono Quanto sono costate, lui ancora una volta risponde On Line, è tutto On Line, non è una risposta meravigliosa? Che poi è il tuo interlocutore a fare la figura da fesso, siccome è tutto On Line ma lui non sa trovare l'url giusta, ahah, matusa. Un tizio così, che si mette a bombardare di spam la gente, pensateci bene: quindici giorni prima aveva fatto un esposto al Garante della Privacy, accusava il PD di voler pubblicare (On Line) i dati sensibili dei suoi elettori, ecco: un tizio così quindici giorni dopo bombarda di spam le caselle dei suoi potenziali elettori, ma dove li avrà trovati gli indirizzi, ma siamo sicuri che non siano anche loro dati un pochino sensibili? Un tizio così che in sostanza fa quel cazzo che gli pare, che rivolta la regola a seconda di come gli conviene in quel momento, che si fa precedere da sondaggi favorevolissimi che nessuno gli contesta più da un pezzo, ma un tizio così è veramente adatto per governare l'Italia?

Secondo me sì.
Andiamo, è evidente.
In verità non si capisce perché non lo acclamiamo subito e non la facciamo finita.

Si è fatto da sé, spendendo un po' di soldi che comunque sono tutti On Line da qualche parte; si è fatto precedere da faustissimi sondaggi; le regole le aggira, le stravolge, le piega finché non sono roba sua: un tizio così è esattamente quel tipo di persona che gli italiani vogliono, magari ci mettono un po' a capirlo ma poi per quindici, vent'anni non se ne staccano più. Matteo Renzi è la persona più adatta a governare l'Italia, ma "adatto" non suona così bene, bisognerebbe proprio usare l'inglese "fit", perché è proprio una cosa fisica, a Renzi l'Italia calza perfettamente, è già una penisola su misura per lui, ci sarà senz'altro un sondaggio del Sole 24 Ore che ce lo conferma.

E poi un tizio così, una volta che avrà preso possesso della penisola che non gli fa difetto, come si comporterà?
Ma anche questo lo sappiamo già.

Comincerà a dire che le regole non vanno bene; che bisogna cambiarle; che fosse per lui avrebbe già calato le tasse e infilato soldi nelle tasche degli italiani che devono smetterla di remare contro; che è colpa della passata stagione, è sempre colpa di chi era al governo prima; ma anche di chi faceva l'opposizione, prima; è sempre colpa di qualcosa prima. Si circonderà di gente che sappia ascoltarlo e che non l'annoi troppo con chiacchiere non richieste; e tuttavia dopo un po' comincerà a prendersela con loro perché non fanno niente di quello che lui aveva promesso, e che lui alla fine se potesse farebbe ma non può, maledizione, non ha mica tutti questi poteri dopotutto è solo il Presidente del Consiglio, come diceva già quell'altro, può giusto decidere da che parte far andare il suo cavallo, tranne che ormai chi ci va più a cavallo, magari un cavallo virtuale, ci sarà di sicuro un app.

Matteo Renzi è sicuramente la persona più adatta a governare l'Italia mentre precipita nello stesso baratro in cui sta precipitando da vent'anni in moto rettilineo. Tanto nessuno sa veramente quando si toccherà il suolo, ammesso che un suolo ci sia - nel frattempo farci governare da simpatici istrioni è divertente. Ci siamo molto divertiti con quell'altro, ammettiamolo, ci faceva sentire così intelligenti mentre ridevamo di lui sui blog. Così impegnati mentre denunciavamo le sue truffe i suoi furti le sue collusioni e concussioni. Così chic mentre ironizzavamo sulla sua tamarraggine senza redenzione. Se tutto questo vi manca, e io so che vi manca, votate Matteo Renzi.

Se invece avete paura che da qualche parte un suolo ci sia, ecco, magari no.

63 commenti:

  1. ho provato a registrarmi al sito "domenicavoto" con la seguente motivazione:"non ne avevo voglia ma siccome Big Jim non sa perdere e si vuol portare via il pallone allora andrò a votare Bersani",stranamente a me non è arrivato, come ad altri torinesi, il messaggio del comitato primarie che diceva che non riuscivano a gestire tutte le iscrizioni online, mi viene il dubbio che per qualche strano motivo proprio il mio messaggio non sia stato inoltrato, deve essere un problema di collegamento a larga banda, sappiamo come funziona in Italia, già, anche per questo è pronto per governare il paese

    RispondiElimina
  2. Caro lettore, se scrivi stronzate è giusto che non ti si prena in considerazione.

    RispondiElimina
  3. A perché avrebbero dovuto anche inviare le sue cazzate...direi che fanno un favore a quelli che poi le devono vagliare...comunque ecco, vi siete descritti da soli. Dicevate di essere usciti dalla violenza dell'antiberlusconismo come unico programma, che vi ha portato a perdere per 20 anni, ma quando il nemico fuori non c'è siete bravissimi a crearvelo da soli...adesso Renzi è Berlusconi. Ecco, continuate così, fatevi del male da soli, mettete in campo la CGIL e la Corte dei Conti, così potete perdere ancora ma essere i duri e puri, che se non hai la tessera del PCI dagli anni sessanta, sei il nemico, la destra

    RispondiElimina
  4. Coraggio Leo, la Settimana dell'Odio è quasi passata: dopo l'inevitabile sconfitta del traditore Matteo Goldstein al soldo delle potenze nemiche potrai finalmente rilassarti.

    tibi

    RispondiElimina
  5. sono settimane che cerco di convincere gli elettori (potenziali e convinti) di Renzi usando proprio gli stessi argomenti, anche se di sicuro sono meno completo e strutturato. Che poi questi temi ricalcano quelli che si usavano ai bei tempi non ancora andati, per convincere i duri di centrodestra.. e mi ero rassegnato a trovare un muro fatto di slogan, convinzioni ataviche, distorsione della realtà, chiusura ai contenuti.
    Pensavo davvero, stupidamente, che gli elettori del centrosinistra fossero abituati a questo spettacolo, e che sarebbero stati pronti se fosse capitato a loro. Pensavo che fossero capaci, specie dopo la cura Veltroni, di saper distinguere la sostanza. Pensavo che questa volta, con questa occasione davanti, avrebbero evitato di autosabotarsi. E invece.

    RispondiElimina
  6. Ecco, per esempio: chi avesse votato Renzi due settimane fa, e oggi qualche dubbio a rivotarlo domani. Uno come me, per esempio. I dubbi che lei solleva sono solo in parte i miei. A me l'usato sicuro alla Bersani piace. E ho anche fiducia nella capacità di Bersani di poter gestire un eventuale Governo PD + Chi Ci Sta. MA.
    Ma ho altrettanti dubbi che un Governo del genere sia davvero rappresentativo di quella parte del Paese che vorrebbe uscire dal ventennio berlusconiano , ma per davvero.

    Vedo sfrontatezza e gioco a gamba tesa di Renzi, ma vedo anche i falli di ostruzione di quel 99% del PD di Bottega. E mi chiedo se quell'1% ha torto.

    Saluti, Valerio Fiandra

    RispondiElimina
  7. Bersani usato sicuro? Ma perché negli ultimi 20 anni con un Italia che é andata a puttane, il signor Bersani dov'era? Mi fate venire voglia di ritornare all'estero.

    RispondiElimina
  8. Morto Berlusca é spuntato un nuovo ideologico nemico, il suo nome é Renzi. E ad ogni attacco cammellato, diventa piú forte. É il partito dei lemmings

    RispondiElimina
  9. Mamma mia che desolazione Leonardo. Capisco un po' di astio tra i contendenti, ma questo? Perchè perdere la credibilità costruita negli anni? Va bene le critiche di merito, ma questo? La delegittimazione? L'insinuazione calunniosa sui soldi? Il radicale disconoscimento?

    Io sono stato indeciso fino all'ultimo e poi ho votato Renzi. Non sono convinto al 100%. Ma ossessioni come la tua mi spaventano. i modi dei supporter renziani sono stati eccessivi, ma per un motivo ragionevole, la partecipazione. Questo è astio velenoso ed esclusivo (nel senso di negare l'ingresso)

    Ho cercato nei commenti un paio di volte di discutere con te nel merito. Siamo stati lettori reciproci (io pìu di te ovviamente). Ho provato a confrontarmi, ma questa è furia cieca Leo. Te lo dico con simpatia. vota Bersani, supportalo, analizza, argomenta, sfotti come al tuo solito. Ma non trasformarti in un desolante bollettino dell'odio.

    Roberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gesù, siamo già arrivati all'amore vince sempre sull'odio.

      Elimina
    2. Non so dov'eri tu nel 2001, nel 2006, nel 2008. Io ero a votare nei ds e nel pd, ero a spiegare e ragionare contro Berlusconi. Spiegare, non tifare. Queste minchiate tienitele per te. State avvelenando il partito.
      Roberto

      Elimina
    3. Le minchiate le hai scritte tu. Vedi odio dove c'è una ricostruzione di fatti bene elencati. Dovresti spiegarci, visto che non ami tifare, dove è/sono gli/l'errori/e di leonardo. Invece vieni qui a menarla con tregue, pace e amore. Non hai proposto null'altro che retorica; avrai usato la stessa contro Berlusconi visti i risultati in questo decennio.

      Elimina
    4. Ho parlato di merito anche in questo post ho linkato spunti. Sii sereno nella tua spocchia e amen.
      Roberto

      Elimina
    5. l'ultimo che può parlare di spocchia è il primo che passa qui a far la morale parlando del nulla. se ragionare e spiegare significa elencare opinioni o mettere due link di due post che nulla hanno a che vedere con il contenuto stretto dell'articolo di cui sopra (quello che a casa mia sarebbe "il merito" su cui discutere) allora renzi è il tuo candidato; hai scelto bene. Ma spero tu ti renda conto di quanto sia falso parlare di "ragionamento, discussione" avendo in bocca solo un'accusa generica di "fomentatore d'odio" in risposta a persone che elencano fatti ordinatamente.

      Elimina
    6. alessandro, il mio commento sopra era chiaramente quello che dici tu: il suo oggetto era delusione e desolazione per un post di Leonardo che non ragionava nel merito ma insinuava calunnie (tant'è che sotto Giulia già ipotizza che i nomi dei finanziatori pubblicati sul sito di Renzi potrebbero essere fittizi!), parlava di sensazioni a pelle e dipingeva Renzi (come persona, come simbolo, senza parlare del programma) come un Berlusconi 2.0.

      A me, abituato a entrare nel merito, quel commento mi ha amareggiato. Lo dico davvero. Ovviamente puoi non credermi. Io non sono un renziano. Sono uno che l'ha votato con mille dubbi ma avrebbe potuto fino all'ultimo votare Bersani. Mi deprime davvero questo tifo arrabbiato e sleale, da entrambe le parti. Faccio gli stessi commenti, ti assicuro, ai deprimenti renziani.

      Vuoi riconoscermi il diritto di incazzarmi se tu come risposta a questa mia sensazione mi dici che faccio retorica berlusconiana, l'amore che vince sull'odio? Io non l'ho menata con tregue, pace e amore. Io ho detto solamente che è desolante vedere che la contesa sia ridotta a insinuazioni e attacchi personali, invece che sul progetto di centrosinistra. Questa è la mia opinione. Se vuoi denigrarla, fatti tuoi, per me sono minchiate.

      Sul merito ho provato a discutere con Leonardo da 2 settimane, basta vedere i commenti ai post precedenti. Lui non raccoglie, perché è evidentemente impegnato in un attacco frontale. E' una scelta, che capisco pure (visto che il suo blog è molto letto, ha deciso di farne organo di una battaglia). Ma non venirmi a dire che non voglio parlare del merito. Senza astio, eh. Se vuoi ne parliamo. Abolizione finanziamento pubblico, alleanze, pensioni, lavoro, europa, fisco, diritti civili. Quello che vuoi. Ci sono alcune cose su cui sono d'accordo con Renzi, altre in cui lo sono meno oppure non lo sono affatto. Mi sembrava inutile fare dei pipponi solipsistici qui (ho avuto uno scambio interessante qualche post fa con un lettore sul tema dell'università e mi ha sollevato dei dubbi su certe proposte di Renzi, ho molto apprezzato, è tutto nei commenti di questo blog). Quindi ho rimandato a dei link. Se vuoi ne parliamo.

      Però, per favore, non darmi del berlusconi perchè è assurdo, non ha senso. Dovremmo discutere di temi, non di facce buffe, cravatte, iconografia pop (o peggio, come in questo post, di insinuazioni su finanziamenti oscuri o addirittura illeciti - non sono belle cose, se uno ha delle prove parlasse chiaro). Tutto qui. Se non ero stato chiaro, errore mio. Ciao.

      Elimina
  10. Un tizio così che in sostanza fa quel cazzo che gli pare, che rivolta la regola a seconda di come gli conviene in quel momento, che si fa precedere da sondaggi favorevolissimi che nessuno gli contesta più da un pezzo, ma un tizio così è veramente adatto per governare l'Italia?

    Qui mi sono commosso

    RispondiElimina
  11. oh, leonardo: stai spargendo odio.
    fra poco ti si accuserà d'invidia sociale e sei a posto.
    mi stupisce una cosa: tu fai un mare di critiche, alcune pesanti e ti si dice che spargi odio, che modo ci confutare è?
    in nessuno dei commenti ho trovato un motivo per votare renzi, ma tanti motivi per capire quanto sei stronzo. ma io ti leggo da un po' e un'idea ce l'avrei pure (su di te) mi sarebbe piaciuto leggere (nei commenti) delle argomentazioni

    RispondiElimina
  12. Marcello, i motivi ci sono, sono di rinnovamento di una classe dirigente che ha fatto male e sono anche motivi di sostanza. ce ne sono a bizzeffe in giro, il programma di Renzi a differenza di quello del Segretario è ricco e dettagliato. Leggiti quello o leggiti Vassallo, Salvati, Sofri jr, Enrico Sola, oppure questohttp://ave-r.com/perchè-votoare-renzi-punti oppure questo http://www.ilpost.it/2012/12/01/le-differenze-tra-renziani-e-bersaniani-secondo-matteo-renzi/

    Non sono d'accordo con tutto, ma io penso che siamo tutti della stessa area e dovremmo parlarne lealmente, non insinuando calunnie sui soldi o spargendo odio personale.

    È Leonardo a non volersi confrontare nel merito.

    Roberto

    RispondiElimina
  13. SIP prim'ancora che Telecom.

    PS per i giovani (però giovane nel senso vecchio, diciamo un ventenne): società idroelettrica piemontese, poi società italiana per l'esercizio telefonico; un misto di risorgimento, seconda rivoluzione industriale, fascismo, chi più ne ha...

    RispondiElimina
  14. Toh, ti ho linkato e ci ho messo anche il carico da 11... ;-)

    http://petrolio.blogosfere.it/2012/12/renzi-laspirante-premier-e-le-ragazze-di-teherhan.html

    RispondiElimina
  15. Più passa il tempo e più i modi di fare di Renzi lo rivelano un Berlusconi in nuce.

    RispondiElimina
  16. Complimenti per l'articolo.
    Il tipo ho raccontato anche io da dove viene e come: http://nonsiamoalbar.wordpress.com/2012/11/30/vuoi-votare-renzi-ecco-cosa-forse-non-sai/#comments

    e perché non è di sinistra: http://nonsiamoalbar.wordpress.com/2012/09/09/di-renzi-e-di-sinistra-che-sono-cose-diverse/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bersani non mi sembra un grande cambiamento ma voterò lui perchè Renzi sembra proprio il successore di berlusconi.
      Renzi è il candidato vincitore delle primarie del pdl.
      A destra non faranno le primarie hanno già il loro candidato.
      C'era bettino sputtanato, poi sostituito da berlusconi ora berlusconi è sputtanato e viene sostituito da renzi, cambiare tutto per non cambiare niente.
      Angelo

      Elimina
  17. Leggendo quello che scrivono i bersaniani e i renziani più "estremisti" diciamo, mi viene da chiedermi se siamo maturi a sufficienza per delle primarie vere. Meglio farle eh, magari la prossima volta sarà meglio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche io ho l'impressione che ci sia una vera lotta al coltello interna. Più che gli argomenti, plausibili in parte, risaputi anche, conta questa feroce lotta di potere, non sulle idee (sono poi così distanti? non accettano forse entrambi alla grande l'agenda Monti? non impongon agli elettori di accettarla con la firma sulla carta d'intenti, ora e per il futuro, finché miseria non ci distrugga tutti?), ma sulle fazioni, sulle persone. Almeno un paio dei commentatori bersaniani sono più propagandisti e influencer con modi da intimidatore che commentatori. E questo blog sembra aver preso non solo partito, lo fa da sempre e in questo onore alla coerenza, ma proprio accettare di essere diventato luogo e strumento di una simile lotta.

      Elimina
  18. Leonardo questo post fa cagare. Volevo parlare di "caduta di stile", ma poi l'ho riletto. Ca-ga-re.

    RispondiElimina
  19. La quarta domanda del sondaggio (mi ha fatto cambiare idea in suo favore) non ha nessun valore statistico e fa capire che gli istituti che effettuano sondaggi sono costituiti da una banda di incompetenti (utili solo per fare strumentalizzazioni).
    Infatti per quella domanda, è più facile che superi il 50% un candidato con meno sostenitori. Ad es. se su 10000 intervistati Bersani avesse 10000 sostenitori e Renzi 0. Il risultato di quella domanda sarebbe sicuramente Bersani 0% Renzi 100% (basta solo una persona su 10000 che cambia idea).

    RispondiElimina
  20. Scusi Tondelli, ma Bersani e' pronto a governare l'Italia?' Il Bersani che da' quella risposta sul primo incontro con Obama? Il Bersani che risponde l'80% delle volte con una fantasia di variazioni sul tema "bisogna fare qualcosa" oppure con una delle sue metafore? Scusi, ma non e' comunque meglio mandarci Renzi da Obama, che non l'imitatore di Crozza?

    A lei e ai suoi colleghi dell'Unita', un benvenuto in elezioni primarie "vere". Non ricordo grandi battaglie per la legalita' e il rispetto delle regole, prima, quando tutto era nel caos tranne il nome di chi secondo copione avrebbe dovuto vincere.
    Un po' ci avevo creduto che questa fosse l'inizio della fine del compromesso storico bonsai.
    Peccato.
    Massimo

    RispondiElimina
  21. ...ma che interessante. anche renzi ha i suoi guardiani della rivoluzione che si disturbano a lasciare un commento (anonimo, ma vabè) del profondo e circostanziato tenore "questo post fa cagare".

    allora meglio grillo...

    RispondiElimina
  22. Ma quale Grillo e Grillo. Sono 1.983 parole riassumibili in 3 righe:
    1- Renzi è come Berlusconi
    2- gl'italiani presto o tardi lo voteranno perchè sono dei coglioni
    3- noi duri e puri continueremo a resistere
    Sembra un post scritto da Bertinotti. E fa cacare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah: hai letto, riletto e pure contato le parole; c'hai del bel tempo libero, e/o estremo bisogno di lassativi...

      Elimina
    2. accidenti, sei proprio simpatico!

      Elimina
    3. formazione judo: dove tu "spingi" io tiro... e i doppisensi escono da soli :)

      Elimina
  23. grazie Leonardo per le chiare parole.Mi vengono i brividi e no, non lo votero' per gli stessi sospetti che tu hai postato sopra egregiamente direi, hai proprio reso l'idea di tutti i dubbi che mi frullavano in mente.Sono appena stata sul suo sito e non ho trovato tutta questa chiarezza relativa ai finanziamenti, puo' quella lista di nomi( saranno veri? saranno fittizi?) con le esigue cifre donate bastare per pagare tutto il circo che ha messo in piedi? mah...poca chiarezza=no voto, idem per Grillo...ma è un altra storia.Che fatica sarà andare a votare la prossima volta con questo vuoto politico, difficile vedersi rappresentati or ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sono tutti nomi fittizi. Le suggestioni di Leonardo hanno toccato le corde giuste.

      Elimina
  24. A leggere questo post sembra che Renzi sia il distillato di tutto il peggio del nostro disgraziato Paese.
    Che tristezza, sembra che sia impossibile trattare nessuna questione se non come una partita di calcio. Tifo pro e tifo contro, anche a costo di fare a pugni con la logica e con l'umanità.

    RispondiElimina
  25. è allucinante la totale mancanza di obiettività di questo post...
    già al secondo capoverso si poteva fare a meno di continuare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però hai continuato, e anzi sei venuto a commentare.
      Quanta coerenza.
      (nel caso tu non abbia finito di leggere potevi anche non commentare, giusto per correttezza)

      Elimina
  26. è allucinante la totale mancanza di obiettività di questo post...
    già al secondo capoverso si poteva fare a meno di continuare.

    RispondiElimina
  27. La mancanza di obiettività sta nel non ammettere che renzi è un pessimo candidato non solo per il pd ma per la sinistra e l'italia tutta. Non esiste la questione "crearsi un nuovo nemico ideologico" esiste non portarsi un altro imbecille a governarci.

    RispondiElimina
  28. caro Leonardo,
    sono un tuo lettore da diversi anni, questa mattina estremamente deluso da questo post.

    per quanto riguarda le premesse, davvero, tutti gli argomenti che hai inanellato nel post per dare addosso al candidato che non ti piace possono (facilmente) essere ribaltati sul candidato che apprezzi. se vuoi ci mettiamo qui e lo facciamo questo giochino, punto per punto..

    ma sono le conclusioni del post, e il clima da caccia alle streghe che lo pervade, che mi hanno davvero lasciato di stucco.

    sono un elettore (poco convinto) di renzi, berlusconi non mi manca affatto, non l'ho mai votato, e sempre detestato. nel tuo post purtroppo vedo dosi massicce di complesso di superiorità antropologica del popolo di sinistra. essere sempre nel giusto, perché dall'altra parte ci sono i disonesti, i corrotti, quelli che non rispettano le regole, i berlusconi. ma davvero secondo te le persone che votano renzi lo fanno perché gli mancano la "tamarraggine", le corruzioni e concussioni dello scorso ventennio?

    non è contemplato il fatto che persone di orientamento di sinistra liberale si riconoscano di più nelle proposte di renzi che in quelle di bersani, che apprezzino ichino più di fassina, che gradirebbero un forte ricambio nella dirigenza, che non vedono di buon occhio lo scenario di una coalizione vendola-casini pronta per appoggiare il monti bis?

    siccome non sei stupido, immagino che queste differenze politiche (importanti) tu le conosca: invece di irridere e squalificare le persone che su queste cose la pensano in modo diverso, con una reductio ad berlusconem che non ti fa onore, perché non motivare il tuo appoggio a bersani a partire da argomenti politici, invece che buttare lì sospetti e illazioni che hanno poco o nessun fondamento?

    sei sicuro che berlusconi non manchi più a te che agli elettori di renzi? in quello che scrivi leggo solo una ricerca ostinata di un berlusconi che non c'è, nel candidato che meno ti piace.

    perché finché si parla di differenze politiche, e lo si fa tutti sullo stesso piano, è divertente partecipare, e giocarsela. altrimenti lo si dica chiaramente: per la guida del partito (e del paese) vogliamo solo i voti di "sinistra", e la definizione di sinistra la diamo noi, e se non ti ci ritrovi sei corrotto, sei berlusconiano dentro, sei un tipo sospetto con cui non vogliamo avere a che fare.

    se le cose stanno così, davvero basta dirlo e accettarne le conseguenze. e magari risparmiarsi la fatica delle primarie la prossima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ogni parola di questo commento.

      Elimina
    2. Un sistema per lasciarsi indietro berlusconi e il berlusconesimo potrebbe essere lasciarsi indietro certi ritornelli stucchevoli, inventati dai suoi amici, che non hanno mai voluto dire niente, ad es. "superiorità antropologica".

      Ma niente, sul serio, non è mai esistita questa superiorità; nessuno si è mai sentito superiore.

      Berlusconi ha truffato gli italiani per vent'anni, alcuni lo facevano presente, ad altri faceva comodo la cosa, stop. Non c'era nessuna superiorità o inferiorità, c'erano semplicemente diversi interessi in ballo. Farmi fottere da Berlusconi non era mio interesse, ma ciò non mi rendeva antropologicamente questo o quello.

      Se era facile ribaltare i miei argomenti, potevi farlo. Non è che devi aver paura ad abbassarti. Siamo in un blog, non si sposta neanche un voto.

      A me la sinistra liberale non convince; trovo Ichino imbarazzante; l'ho sempre scritto dove ho trovato spazio. Allo stesso modo sei libero di provare a convincere la maggioranza dei potenziali elettori di sinistra italiani che le danimarche di Ichino non sono mondi immaginari disegnati per coprire la sostanziale svendita della dignità dei lavoratori. Ichino ci prova tutti i giorni, e non ci riesce; magari potreste provare a dargli una mano.

      Ma finché usi il lessico del Foglio o del Giornale... "superiorità antropologica". Eddai.

      Elimina
  29. Un tizio così, uno che da quando è andato al ballottaggio ha passato il 70% del suo tempo ad attaccare il suo stesso partito. Uno che quando è andato a napoli ha accusato sempre il PD di "brucciare le schede, cacciare le persone dai seggi", uno che tra poco di questo passo tira fuori i comunisti.
    Dai, vuoi che non dobbiamo votarlo?

    Un tizio, caro Leonardo, che non so se lo sai, ma pare qualcuno abbia investigato ed è venuto fuori che forse usa i soldi della fondazione Big Bang, quelli non sono online.

    Uno che acclama i voti del centro destra, che vuole attirare gente del centro destra, uno che viene votato dai leghisti (http://ow.ly/fKumx) e dai berlusconiani.

    Andiamo signore, signori, Leonardo.
    È lui!

    (ma sono fiducioso, forse Berlusconi è servito a qualcosa, a creare anticorpi a questo tipo di politici, forse.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "berlusconiani". Che però, magari, sono solo liberali delusi. Ma no, sono il nemico, uccidiamoli cazzo.
      Col duo Bersani-Bindi sì che cominceranno le magnifiche sorti e progressive, soprattutto se continuano a titillare l'UDC, che è votato solo da gente perbene, progressista e amante dei diritti civili.

      Statalista, questo sì. Decisamente statalista; d'altra parte sono postdemocristiani.

      Elimina
    2. Cioè, in Italia esistono i 'liberali delusi'? Maddai: e tu ne conosci qualcuno? Di persona, voglio dire, non uno letto sulla colonna degli editoriali di un giornale, oppure Oscar Giannino che strilla in TV.
      Ci saranno anche, sì, ma coi loro voti (ammesso che un partito che si dica di sinistra li debba cercare) non è che non ci riempi il Parlamento, ma neanche un sottovaso.

      tibi

      Elimina
    3. Beh, bisogna conoscerli di persona, giacché la politica si fa con l'aneddotica.

      Ma hai ragione, riformulo: magari non sono "liberali delusi", sono solo gente che voleva solo meno spesa pubblica e meno tassazione, e non hanno votato cdx perché erano favorevoli alle cagate reazionarie approvate da quella cricca di postfascisti e popolari-populisti che erano i governi Berlusconi.

      E si sono rotti i coglioni NON SOLO per gli scandalucci e gli scandaletti, ma anche perché Tremonti le tasse non le ha abbassate affatto, anzi, e così anche per la spesa pubblica.
      Ti ripeto: sono dei mostri? Sono il nemico nero? Sono la finanza kkkapitalista? Sono dei nostalgici? Io penso che non siano così peggio rispetto a quelli che vogliono statalizzare tutto.

      Elimina
  30. Finalmente i bersaniani lasciano cadere la maschera. "Renzi non ha esperienza"? Ma dai. Era "Renzi=Berlusconi" quello che veramente frullava nella mente dei più.

    Avere uno stile comunicativo moderno e preferire le decisioni alle (troppe) consultazioni vuol dire essere "di destra". Decisionista = berlusconiano. Essere "di destra" non dipende da quali decisioni si prendono, ma solo dal fatto di prendere delle decisioni.

    La sinistra non è pronta per la caduta del berlusconismo. Lo vede ancora dappertutto. È un'ossessione. Lo cercerà disperatamente per anni in altre facce, in altri nomi. L'assenza di avversari non fermerà il suo spirito di sconfitta. Perchè vincere è un concetto di destra. I bersaniani perderanno sempre. Anche se ottenessero il 99% dei voti, perderebbero ugualmente. Comincerebbero a cercare compromessi inutili, a dare spazio a correnti interne, a voler mettere d'accordo tutti. Perchè quello che vuole VERAMENTE un bersaniano non è vincere le elezioni e governare. Il suo è un obiettivo più alto, più nobile, quasi cristiano nelle aspirazioni. Il suo vero obiettivo è scrivere "avevo ragione" sui libri di storia. La vittoria elettorale è solo un impaccio da questo punto di vista. Di più: un rischio. Il dover governare potrebbe macchiare la purezza del ricordo. La sconfitta è più promettente. È un investimento sicuro. Per il resto, cambia solo il nome del cattivo, del berlusconi di turno. Il berlusconi-renzi è sventato? Niente paura, c'è sempre un berlusconi-grillo a toglierci d'impaccio. Per non parlare del berlusconi-berlusconi che, visto il risultato delle primarie, ha deciso di ritornare "in campo": c'è ancora bisogno di lui nel 2013, perchè c'è ancora una sinistra che vuole perdere. Dovremmo ringraziarlo, lo fa per noi in fondo.

    RispondiElimina
  31. tra tutto l'astio che si legge in questo post, mi chiedo se veramente tu non abbia trovato l'elenco delle spese sostenute da Renzi in campagna elettorale. Io sono andato per la prima volta sul suo sito apposta per vedere se erano cosi' difficili da trovare.
    bene. in TUTTE le pagine del sito, a meta' della colonna sulla destra ci sono i link sulla trasparenza e sui sostenitori.
    visto che sono appena sotto "le verità su Renzi" citate nell'articolo, ritengo molto difficile che tu (o chiunque le abbia cercate) non le abbia trovate.
    probabilmente non sono aggiornatissime, e non sono dettagliate come un revisore dei conti vorrebbe, ma non si va comunque indietro di tanti giorni e dovrebbero bastare a gran parte degli elettori.

    la retorica e' un'arte che va esercitata in un certo modo... sputare veleno controvento, non è il modo giusto.

    RispondiElimina
  32. Belli questi commenti... per una volta salverò questa pagina non per il post in sè, francamente deludente, ma per tutti i bellissimi commenti che hanno cercato (suppongo inutilmente) di spiegarti dove sta l'errore.

    Chissà perchè tutti i critici non riescono ad andare al di là dell'antipatia personale per Renzi (che pure è talvolta giustificata, lo riconosco). Secondo me la domanda da porsi a questo giro non è tanto "Mi piace di più Renzi o Bersani?", ma piuttosto "Mi piacerà più il PD di Renzi o quello di Bersani?" "Sarà più efficace un governo Renzi o un governo Bersani?".

    Io, leggendo i programmi dei due candidati e le biografie delle persone che li appoggiano, una risposta me la sono data. Potrà anche non piacermi il Renzi-persona (ma del resto, quali leader della sinistra mi sono davvero piaciuti negli ultimi 20 anni? Rutelli? Veltroni? Prodi? D'Alema? Zio Bersani?), ma credo che un po' di aria nuova e di facce nuove non possano fare che bene.

    Sicuramente non peggio di quello che continueranno a fare le facce vecchie da domani in poi, quando avranno finito di festeggiare una finta vittoria che li/ci condannerà ad un altro lustro di inconsistenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, non avrei saputo dirlo meglio
      Andrea Kimboz

      Elimina
  33. Certo, Renzi è antipatico e simile al terribile Abberlusconi, quindi teniamoci il salvifico statalismo di Bersani & co. che tanto bene ha portato a questa nazione; gli eroici uomini della sua compagine si fregano le mani, e sono già pronti a sacrificare i cittadini italiani sull'altare dell'unione politico-religiosa IN CONTEMPORANEA (ubiquità? mistero del clericalismo!) con postcomunisti e postdemocristiani. Perché il problema è nello stile, non nei contenuti.

    Ah, una cosa però: se il governo cade o facciamo default la mattina dopo che si insediano, non è colpa dei barbari Renziani che hanno sabotato il csx ,o dell'alta finanza kkkapitalista che ci impone governi tecnocrati per devastarci; è colpa di Fassina o di Vendola o di Casini. Tanto per essere chiari.


    P.S.: sia chiaro, io non sono un "renzino", e parlo senza voler offendere nessuno. Anche a me Renzi sta antipatico, a volte mi pare troppo baciapilesco, giovanilista e "anti-antiberlusconiano". Vogliamo dire che non ci sono teste di cazzo anche dall'altra parte, o vogliamo piuttosto parlare dei programmi?

    Ma vabbeh, tanto oramai è finita.

    RispondiElimina
  34. Poi soprattutto mi fanno arrabbiare quelli che "Craxi e Berlusconi erano dei terribili libbbbberisti finanzieri" perché non hanno seguito l'ortodossia di Marx. Ma dove?

    Ma dove, che tutti i governi FI/AN o PDL hanno aumentato la spesa pubblica più di quelli di csx? Ma dove, che Tremonti ha aumentato le tasse più di Prodi? Ma dove, che leghisti e clericofascisti parlano da mo' di "falso mito del libero mercato" et similia? Dove, che se hanno fatto privatizzazioni le hanno fatte col culo, e alla fine hanno creato nuovi monopoli, e spesso pure ibridi "pubblico-privato" in cui la prendono in culo i cittadini?
    Dove?

    Erano esecutivi pieni di post-fascisti, democristiano-popolari, reazionari e corrotti pseudokeynesiani vari, nazionalisti e persino socialisti; dove sono i mostruosi consumisti kkkapitalisti non-statalisti che hanno svenduto l'Italia? Non ci sono. E non ci sono perché erano governi composti da ladruncoli, intenzionati a farsi i cazzi propri finché potevano.
    Gli elettori liberali veri sono molto più arrabbiati con loro di quanto lo sia pure la sinistra.

    A una coalizione progressista buona chiederei questo: di non avere esecutivi pieni di corrotti delle più diverse estrazioni; di non cercare di unire il diavolo e l'acqua santa; magari di svecchiare un po' l'immagine; e magari magari, di non vedere le privatizzazioni come un infernale demonio. Non di diventare libertari o anarco-capitalisti, di credere che il settore privato salverà il mondo; solo un po' meno ideologizzati.

    E invece è tutta colpa del mercatismo.

    RispondiElimina
  35. Ah, e per concludere: sono figlio di due lavoratori del settore pubblico (scuola media e pubblica amministrazione). Fanno bene il loro mestiere, e sono intelligenti e onesti.

    Giusto per far capire che non mi appartengono miti di destra come il "parassitismo statale", o altre cazzate.
    Piuttosto, penso che la concorrenza possa essere, e sia stata, e sia (ad esempio, negli altri paesi dell'UE) un incentivo per il miglioramento dei servizi e l'abbattimento degli sprechi. Il mercato non farà certo una redistribuzione egalitaria da sè, senza tassazione o regolamentazione, ma i monopoli totali non sono meglio.

    Ecco, è una cosa un po' diversa da "i lavoratori pubblici sono per forza tutti, o in maggioranza, parassiti." Non è assolutamente vero.
    È vero, però, che quando mio padre ha parlato alla sua dirigenza dei colleghi la cui professione consisteva nel timbrare il cartellino se la sono presa con lui. Questo è vero.

    RispondiElimina
  36. Se c'era un uomo giusti per il Pd era Renzi

    E giustamente ha vinto Bersani

    Ma dopo vent'anni di sconfitte ancora non avete capito niente?

    Mi vien da piangere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renzi non è riuscito a convincere nemmeno metà degli elettori del proprio partito figuriamoci se ci riesce con gli altri.

      C.

      Elimina
    2. Emmenomaleghe invece ci teniamo il Prodi 2.0! :D Ora sì che siamo contenti e possiamo farci del male!!!1111uno Oh, sì, facciamoci del male, cadiamo subito sì!!! Tasse, accordi, altre tasse, altri accordi, oooooooooooh!!!!!1111

      (p.s: e poi diamo la colpa al gombloddo renziano-abberlusconiano-kkkapitalista ;))

      Elimina
  37. Cavolo Leonà, li hai fatti incazzare di brutto...solo scrivendo cose vere, che non sono state infatti negate da nessuno.*
    E' il finale che non gli è piaciuto.

    *Tranne la questione dei finanziatori "On Line": ma se non abbiamo nemmeno una vaga idea di quanto sia costata la campagna Renzi...si stima da 100.000 euro a tre milioni a seconda delle fonti, figurarsi sapere i finanziatori.
    Si sa solo che, a giochi ormai fatti, hanno speso un centomila euro per l'appello (fasullo quanto evidentemente inutile) sui giornali, i soldi quindi non mancavano proprio.

    NAUTILUS

    RispondiElimina
  38. Dai, ora che i barbari sono stati respinti con sicurezza e disciplina dalla valorosa resistenza del Vero Popolo Della Vera Sinistra puoi tirare un bel sospirone di sollievo. E noi lettori ci auguriamo tanto di ritrovare presto il blogger intelligente, preparato ed equilibrato di sempre. Che un po' comincia a mancarci...

    RispondiElimina
  39. non sono un elettore del pd..dovrei essere piú a sinistra, non essere grillino, non essere vendoliano, boh non lo so nemmeno io cosa sono...le primarie del pd mi sono state imposte come evento mediatico...i modi e i contenuti in cui renzi é stato attaccato (tra l´altro essere considerato un nemico da grillo gli da mille punti) e come si sono svolte queste primarie mi fanno sospettare che non se ne uscirá mai piú...a leggere questo post mi sembra di leggere gli attacchi di feltri o sallusti a prodi...

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.